Pellegrinaggio a Roma delle exallieve



Pellegrinaggio a Roma delle exallieve
Share

Pellegrinaggio a Roma

Sveglia, si parte…..
Sabato 24-10-2016, ore 4,50 suona la sveglia, ore 5 suona quella di riserva: con mio marito ci alziamo, con gli occhi ancora chiusi svolgiamo tutte le operazioni del mattino, un buon caffè ci aiuta a connettere un po’ di più. Ore 6 all’aeroporto per il Pellegrinaggio Giubilare a Roma organizzato dalla nostra valida delegata Sr. Maria Conti per una buona conclusione dell’Anno Centenario della nostra Associazione Auxilium di ex-allieve di Catania.
Sono stati 3 giorni intensi, ricchi di emozioni, di calore, di amicizia con il gruppo, giorni in cui abbiamo sentito la Misericordia di Dio accompagnarci in ogni passo del nostro pellegrinaggio.
Abbiamo visitato luoghi di intenso significato spirituale: il Santuario del Divino Amore, Santa Maria Maggiore,Santa Croce di Gerusalemme con le sue stupefacenti Reliquie, Sant’ Agnese in agone,Santi Cosma e Damiano in cui abbiamo vissuto l’ esperienza dell’ Unzione degli Infermi, La Chiesa della Divina Misericordia; abbiamo camminato per ore, con Sr. Maria sempre in testa, indomita e a passo di carica, nei luoghi turistici dell’Urbe: Piazza di Spagna, Piazza Navona, Trinità dei Monti, Colosseo, Pantheon, Campidoglio, il Vittoriano, ecc. che abbiamo guardato con l’ occhio affascinato del pellegrino.
Il culmine della gita domenica 25-10, con la messa del Papa in Piazza S. Pietro: l’arrivo affannoso alle ore 9 dopo aver evitato, sempre con la volontà del Signore, un ingorgo sulla tangenziale. La sistemazione nel primo settore vicino alla staccionata,l’attesa, finalmente la Celebrazione che vedeva protagonisti i Catechisti di cui il Papa ha lodato il lavoro ed il servizio reso. Il Papa ci ha invitati sempre alla Misericordia, a riconoscere il Volto di Gesù nel nostro prossimo, ad essere accoglienti e fiduciosi nel perdono di Dio. Ci siamo sentiti pieni di Grazia e dei Doni dello Spirito Santo.
Quando Papa Francesco è passato accanto a noi sulla Papa mobile abbiamo sentito la stretta del suo grande abbraccio ed il calore del suo sorriso paterno che riscalda ancora il nostro cuore.
Nel pomeriggio la visita in S. Pietro, il passaggio della Porta Santa, la sosta davanti alla Pietà con rinnovata commozione per l’ atteggiamento della Madre e del Figlio. La preghiera davanti a S.Giovanni Paolo II e Giovanni XXIII, e soprattutto davanti a S. Giovanni Bosco posto sopra la Cattedra di S. Pietro, ed un saluto al medaglione di Santa Maria Mazzarello.
Il 26-10 conclusione, ritorno a casa, stanchi ma appagati con la promessa…di non perderci di vista.

Vittoria Fortuna
Unione ex-Allieve di Catania


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share
Share