Identità Carismatica


Share

La presenza educativa delle Figlie di Maria Ausiliatrice a Catania risale al 1881 con la Beata Maddalena Morano, inviata dalle superiore del tempo dal Piemonte in Sicilia. In questa terra, incrocio e ventaglio di culture, inizia una feconda opera educativa con le fanciulle e le giovani del ceto popolare con la gestione del convitto per Normaliste in Via Santa Barbara.
Nominata superiora provinciale fonda nel 1902 l’Istituto Maria Ausiliatrice di Via Caronda 224, all’epoca conosciuto come collegio Maria Ausiliatrice. Inizia così l’espansione e l’inculturazione del carisma educativo di don Bosco non solo per il quartiere ma per la città e le zone limitrofe. Dal 1925 ad oggi l’Istituto continua a leggere i segni dei tempi per rendere sempre attuale il sistema educativo di don Bosco che intreccia nella Carità pastorale del Buon Pastore le tre dimensioni fondamentali della persona umana: ragione, religione ed amorevolezza. In questo intreccio e nell’orizzonte della spiritualità apostolica si muovono a cerchi concentrici tutte le opere: dalla scuola all’oratorio, alle attività del tempo libero ed extrascolastiche sino al Test Center AICA per la Patente Europea del Computer.
L’identità carismatica si esprime quotidianamente nell’attenzione preferenziale ai giovani, nel servizio di istruzione e di educazione, nel primato dell’evangelizzazione, nell’attenzione ad una cultura della prevenzione. La comunità religiosa, nelle sue varie espressioni, competenze e professionalità, testimonia l’umanesimo salesiano che scommette su ogni singola persona.

Se il 1902 è stato l’inizio, questo il dopo:
1925: inizia la scuola magistrale e media; entrambi nel 1939 ottengono il riconoscimento legale.
1984: s’istituisce una sezione di Liceo Scientifico; nel 1992/93 si avvia la sperimentazione del quinquennio Socio-Psico-Pedagogico e nel 1996/97 l’indirizzo Scientifico, queste ultime due sulla linea del progetto elaborato dalla Commissione Brocca. E nel 1998/99 il Liceo della Comunicazione.
1999: si intraprendono le pratiche per il riconoscimento della parità di tutti i gradi di scuola presenti, ottenuto con decreto n. 39 del 05/02/2002 per la scuola secondaria di I e II grado, n. 166 del 10/05/2002 per la scuola primaria e n. 448 del 13/09/2002 per la scuola dell’infanzia. A decorrere dell’anno scolastico 2009/2010 si ottiene il riconoscimento di parità del Liceo Scientifico con decreto n. 1384/XI del 13/72009.
23 gennaio 2006: La scuola in tutti i suoi ordini e gradi consegue la certificazione di qualità per conformità alle norme ISO 9001:2000 con certificato di approvazione del sistema qualità rilasciato dal Lloyd’s Register Quality Assurance Italy, col numero LRC0151440.


One thought on “Identità Carismatica

  1. Reverendi Sacerdoti in carico della Catechesi Cattolica Romana,
    avendo visto questa pubblicita’ su RADIO MARIA DI ERBA, COMO ITALIA (19/03/2017 ) come programma via sito Internet ho pensato di inviarle il mio punto di vista a riguardo questa stazione Radio Maria in Italia che seguo da anni via Internet ed e’ la sola attivita’ che conosco di questa Organizzazione Privata.

    Cordiali rispettosi saluti,

    Paul Candiago (email: candiago.p@bmts.com)

    Reverendi Sacerdoti in carico della Catechesi Cattolica Romana,
    seguo da anni questi doncamilli di Radio Maria di Erba, Como, Italia.
    La mia esperienza con il loro programma via Internet (l’unico che vedo e conosco) di quasta Organizzazione Privata dicasi noprofit organization ??? (no approvazione Ecclesiastica o Vescovile in Italia) e’ che sono ecclesiastici diventati specializzati commercianti di religione.
    (I rinnovati dottori del Tempio durante la vita di Cristo, diventati schiavi del denaro e vanita’ ora li abbiamo nella versione di 2000 anni dopo)
    Astuti “dottori del tempio dei nostri tempi” che negoziano e manipolano la fede cattolica cristiana per fini economici e la vanagloria dei loro ego e sono ecclesiastici che dovrebbero amare ed essere sempre ubbidienti alle direttive Ufficiali della Chiesa Cattolica Romana e difenderle.
    Sotto pretesa di carisma mariano e da esaltate teste calde di religione si attribuiscono l’evangelizzazione secondo il loro parere e modo di fare.
    Quasi Cristo avesse bisogno di loro/noi, con la nostra capacita’ umana, per evangelizzare.
    Cosa gli abbiano insegnato in seminario a riguardo: “andate e predicate la Buona Novella” solo loro lo sanno e che trasmutazione e’ avvenuta nelle loro teste?
    (La chiesa non ha bisogno di Impresari, Industrialisti, ma di Santi Sacerdoti, diceva un parroco in una sua predica.)
    Penso dica tutto per chi ha occhi e orecchi d’intendere e gli fa eco il recente dire dal Sommo Pontefice Francesco I: la Chiesa non ha bisogno di preti untuosi ed e’ stanca di preti alla moda)
    In realta’ trasmettono da anni apostasia ed errori rispetto alla Catechesi Ufficiale della Chiesa a riguardo la Parola, Tradizione e Magisterio.
    La stranezza e’ che sono ecclesiastici e “tutto tace” di fronte alla “ accettata” prevaricazione catechetica. (Forse essendo Radio Maria d’Italia una Organizzazione Privata c’e’ poco’ da interferire…ecc.)
    Mah!…forse un altro Segno dei Tempi ?
    Si adoperano, sempre piu’, con le telecomunicazioni, nulla di male se usate in ubbidienza al Magistero della Chiesa, a trasformare la Fede Cristiana ad una fantasia, favola, sentimentalismo estetico e uno spettacolo da luna park.
    La Madre Celeste e’diventata diva dello schermo, un amuleto e talismano nel fai da te religione, purche’ sia condiviso dai gusti ed emozioni popolari ed aumenti la clientela al programma e le entrate ai soci per far andar avanti la bottega.
    In breve: “verranno a voi vestiti da mansueti agnelli e dentro di loro sono lupi rapaci” di anime e denaro.
    Mi auguro di essere completamente sbagliato, ma preti, suore e frati e popolo di Dio, che mi hanno trasmesso e tramandato il Patrimonio del Deposito della Fede Cristiana, mi hanno fatto capire di essere amorosamente fedele alla Parola, Tradizione e Magisterio Ufficiale della Chiesa Romana.
    Mi torna nuovo ed apostata vedere la Fede Cristiana diventare un bene commerciabile come fa questa trasmittente/i sotto celate false pretese di evangelizzazione.
    Fede che viene trasformata diabolicamente in razionalismo umano e tanto piu’prevaricata a commercio (…ma hanno venduto anche Cristo per 30 pezzi d’argento…) mascherandola per onesta predicazione evangelica e assunto carisma mariano.
    ( Sulla pagina del sito Internet Radio Maria vedano e’ solo scritto: Organizzazione noprofit e non Organizzazione Privata a non profitto: solo un punto di come si adoperano in tutti i modi per confondere il cliente che li crede conformi all’approvazione ecclesiastica e alla catechesi ufficiale della Chiesa Romana )
    In realta’ sembra che il dio denaro e’ la finalita’ di questa Oraganizzazione Privata che da anni trasmette errori ed apostasia e disubbidienza alla Chiesa.
    Cordiali, rispettosi saluti,
    Paul Candiago
    ( email: candiago.p@bmts.com )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share
Share