Territorio


Share

Il quartiere “Borgo”, ove è situato il nostro Istituto, appartiene alla terza municipalità di Catania. Dalla banca dati dell’anagrafe dei residenti, la popolazione risulta di quasi 48000 unità, con reddito annuo procapite di € 14389,00. Nel quartiere ci sono numerosi esercizi commerciali, diversi dei quali limitrofi all’Istituto. Numerosi sono anche i servizi di pubblica utilità: VVFF, Polizia di Stato, Guardia Forestale, ERSU, Uffici Postali, Biblioteca Comunale, CRI, Centro Servizi Sociali, …Oltre alla nostra Scuola Cattolica esistono altre istituzioni simili, con alcune delle quali talvolta si realizzano iniziative di rete. I nostri alunni provengono in parte da famiglie del quartiere, in parte da paesi dell’hinterland catanese e molti di loro utilizzano i mezzi pubblici per raggiungere la scuola. Di questo si tiene conto nell’organizzazione del tempo scuola.Gli alunni della scuola superiore manifestano un interesse funzionale per la cultura, mirato sia al conseguimento del diploma sia alla formazione personale globale. Tutti esprimono gradimento per un ambiente scolastico particolarmente attento alla loro persona, con tutte le sue esigenze, e caratterizzato da rapporti interpersonali aperti e cordiali.
Dalla lettura del mondo giovanile emergono alcune problematiche la tendenza a vivere i rapporti affettivi in maniera superficiale, la mancanza di apprezzamento per la politica e l’impegno nella società, un labile senso del rispetto delle regole sociali e del vivere democratico. Di fronte a tale realtà, la Comunità Scolastica si interroga sul tipo di azione educativa da attivare e si propone di dare delle risposte. Il rilevamento dei fabbisogni formativi avviene mediante il monitoraggio dei dati emersi in tre fasi:
1.in fase di accoglienza: dalle prove di ingresso, dai colloqui individuali e/o collettivi con genitori e alunni, dalle discussioni in classe;
2.al termine del primo quadrimestre: dai risultati del rilevamento del sistema domanda, con eventuale richiesta di realizzazione di nuove attività e dalle istanze emerse informalmente durante i colloqui con le famiglie e nella quotidiana vita di classe
3. alla fine di ogni anno scolastico e a conclusione del ciclo di studi:
dai risultati dei monitoraggi finali.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Share